Annalisa

Annalisa ha 29 anni. Dopo una gravidanza tranquilla é ora mamma della piccola Stefania, figlia molto voluta e molto amata. Tuttavia non c’è dubbio che i primi mesi post-gravidanza non siano semplici. L’assenza di ritmi regolari di sonno, l’allattamento frequente della piccolina e quel minimo di impegno in casa stanno mettendo a dura prova la resistenza fisica e l’umore di Annalisa. Per sopperire ai vari impegni Annalisa ha chiesto il prolungamento dell’aspettativa per maternità, sperando di poter trascorrere più tempo con la bambina e riuscire a organizzare al meglio la sua giornata. Nonostante questo sente la pressione delle nuove responsabilità di mamma troppo limitanti per lei.

Consiglio

“La maternità, per quanto desiderata, sconvolge comunque la vita. L’impegno fisico e mentale dell’essere madre è notevole per chiunque. Ogni neo-mamma ha necessità di restituire ritmi un po’ più regolari alle sue giornate e di ritrovare uno stile di vita sano. L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, soprattutto per una mamma che allatta e che deve mantenere una dieta bilanciata, ricca di acidi grassi polinsaturi omega-3, di vitamine, minerali, con un’adeguata idratazione quotidiana. Il recupero di un po’ di attività fisica si può ottenere trasformando in esercizi anche le minime attività quotidiane. Più difficile è ripianare il debito di sonno, ma con l’aiuto esterno di parenti o amici, ci si può rilassare e recuperare qualche ora di riposo.
Infine, un valido aiuto viene dagli integratori di sostanze che, naturalmente presenti nell’organismo, contribuiscono a regolare il tono dell’umore e che, in situazioni di stress psicofisico, possono essere carenti”.